www.amantea3.it  info@amantea3.it dove siamo webmaster: Antonio CIMA cell. 329 3484262
 

26-09-2011 Riace (RC) processione S.S. Cosma e Damiano
 meglio conosciuta come la festa degli zingari
  nel corteo tanti dell'etnia Rom di Calabria con balli, suoni, canti 

di Antonio Cima

leggi narrazione        vedi filmato
Riace
il Municipio
lastre intagliate riproducenti le sagome dei Bronzi davanti al Municipio
chiesa matrice - da qui inizia la processione
il tipico vestito votivo
bancarelle vendono le forme anatomiche di cera..
...quasi tutti i pellegrini ne offrono uno ai santi
chiesa matrice addobbata con 'U Paratu
offerte di parti anatomiche in segno di devozione
tutti accarezzano o sfiorano le statue
tanti i bambini con il vestito votivo adagiati sulla statua
gli addetti rimuovono gli oggetti ex-voto..
ponendoli in ampi cesti
depositandoli in..
..un locale nella stessa chiesa - tali oggetti di cera entreranno in un ciclo di fusione e riproduzione a sostegno della chiesa
una "Matriarca" rom in vistosa prostrazione ai piedi delle statue
accanto a lei due figli a condividere
molti canti intonati..
..prevalentemente da anziane signore
canti raccolti in un volume
componenti del comitato
preparativi per la processione - i portatori...
..rimarranno sempre gli stessi senza alcun cambio per tutta la durata della processione
benedizione ad inizio processione
le statue di fronte ai fedeli
un addetto sul basamento delle statue in ausilio ai fedeli per consentire loro un contatto con le statue: nella foto a sinistra viene passata un bottiglia d'acqua da poggiare ai piedi ed essere restituita, nella foto a destra viene alzato un bambino che dovrà toccare le statue ed essere riaffidato al genitore
due fedeli del comitato portato il cesto nel quale per strada potranno essere donati parti anatomiche di cera o altri oggetti in segno di devozione 
Don Strangio il noto parroco di San Luca
a metà percorso la comunità di zingari, che ha trascorso la notte e la mattinata nel Santuario, si unisce alla processione collocandosi in testa al corteo religioso. Suonano, ballano e inneggiano fino al Santuario; le donne davanti e subito dopo gli uomini; durante la processione i due gruppi restano contigui senza mai fondersi
al Santuario dei SS Cosma e Damiano si conclude la processione
sul sagrato un momento di concitata partecipazione
le statue entrano guardando i fedeli raccolti sul sagrato
l'artistico interno del santuario
una grande trasporto di fede avviluppa i pellegrini che continuano con doni in oggetti e denaro; considerevole la presenza  di bambini con abito votivo posti a contatto con le statue
donazione di una banconota da 50 euro
in questo momento si verifica l'aspetto identificativo di questa processione e di altre simili nel mondo: in chiesa il vescovo celebra la messa e contemporaneamente sul sagrato la comunità di rom suona e balla.
in chiesa l'eucarestia..
fuori gruppi di rom in frugale convivio
la messa si concluderà dopo tantissime comunioni
un espressivo cartello esalta i Santi medici
la giornata va avanti tra una moltitudine di bancarelle
sul lato destro del sagrato troneggia il simbolo di coloro che qui son venuti per fede; in lontananza  il mare dal quale sono riemersi i Bronzi.
leggi narrazione        vedi filmato

vai inizio pagina