www.amantea3.it  info@amantea3.it dove siamo webmaster: Antonio CIMA cell. 329 3484262
 

 

Al Sig. Sindaco

del Comune di AMANTEA

Oggetto: Accoglienza Immigrati nel Comune.

Egr. Sig. Sindaco,

tramite la stampa locale e il passaparola cittadino siamo venuti a conoscenza che un numero imprecisato di immigrati (rifugiati ?) da qualche giorno risulta essere ospitato presso una struttura alberghiera della città. L’operazione è avvenuta nella riservatezza più assoluta e nessun cittadino risulta essere informato ufficialmente.

La nostra città è stata sempre ospitale, la nostra comunità accogliente e concretamente solidale, ma la presenza di un considerevole numero di immigrati (anche se rifugiati) dovrebbe spingere chi riveste funzioni pubbliche ad attivare iniziative e relativi provvedimenti per garantire una concreta solidarietà e capaci di rassicurare gli abitanti in termini di sicurezza, ecc., allontanando da ciascuno quel sentimento di naturale paura di accettare chi è diverso da noi o le inevitabili preoccupazioni degli operatori circa la stagione turistica.

Riteniamo, perciò, che una Sua comunicazione pubblica sia necessaria per superare lo stato di apprensione determinato dalla non conoscenza dei termini della situazione.

L’invito è quello di porsi di fronte al fenomeno dell’emergenza immigrazione con spirito costruttivo per favorire accoglienza e convivenza civile, garantire condizioni dignitose sul piano umanitario.

Per gestire al meglio tale situazione riteniamo sia indispensabile che il numero degli immigrati presenti sia contenuto assumendo ad esempio il “modello toscano” che prevede sostanzialmente il trasferimento in piccoli gruppi (massimo 60 migranti) nelle varie aree individuate nella regione, dove agli stranieri verrà garantita la prima accoglienza e l'assistenza sanitaria. Una presenza massiccia nella nostra cittadina certamente determinerebbe problemi di difficile soluzione.

Da quanto premesso, risulta chiaro che non é messa in discussione la volontà di essere ospitali ed accoglienti, anzi; ma è altresì doveroso reclamare, da chi riveste funzioni istituzionali in qualità di responsabile dell’amministrazione comunale e di autorità sanitaria locale e protezione civile, conseguenti interventi di responsabilità.

A tale scopo Le chiediamo di far conoscere pubblicamente:

·         quali enti hanno deciso la localizzazione e in che misura ne hanno dato comunicazione alle autorità comunali (Sindaco, Carabinieri, Direttore sanitario);

·         quanti immigrati o nuclei familiari sono e quanti dovrebbero ancora essere ospitati;

·         la durata della permanenza degli immigrati nel nostro territorio;

·         se esiste un piano di accoglienza e cosa prevede;

·         se da parte dell’Amministrazione esiste un progetto per favorire l’integrazione di queste persone;

·         se risultano informati e/o coinvolti le associazioni di volontariato esistenti sul territorio;

·         quale sistema di sicurezza e di assistenza sanitaria si é pensato di mettere a punto per non determinare inutili allarmismi o tensioni sociali tra la gente;

·         se e quali iniziative vuole intraprendere l’amministrazione comunale per contenere il numero degli immigrati in misura tale da gestire al meglio il fenomeno nella nostra comunità.

Esprimendo la disponibilità dell’Associazione scrivente per un coinvolgimento in eventuali iniziative o attività da intraprendere in merito, porgiamo distinti saluti.

Amantea 19/05/2011      Il Presidente dell’Auser – Circolo di Amantea

(Roberto Aloe)