www.amantea3.it  info@amantea3.it dove siamo webmaster: Antonio CIMA cell. 329 3484262
 

pervenuto da Franco Danese, pubblicato il 30-10-2011

NUOVA VIOLENZA SULLE CASE SCIULLATE

 

Carissimo Antonio, grazie al tuo sito "Amantea3" che informa il vandalico attacco alla lapide ricordatoria delle vittime amanteane dell'ultima guerra mondiale.....notizia che mi lasciato costernato, triste e pensativo.
Come e' possibile che la mente umana possa arrivare a tanto...Impossibile crederlo...pero' e' la realta' che si vive in tutto il mondo...in questa nostro opaco pianeta abitato da tanti strani personaggi malvagi e senza scrupoli....calificati come "esseri umani".
Personalmente credo che "di umano" non hanno nulla........
Di gia', grazie a Dio, che questi strani personaggi del male...sono un movimento ridotto........contrario...povera umanita'.---Bene, che dire del barbaro attacco alla lapide ricordatoria: "Hanno bombardato, nuovamente, "le case sciullate" ed hanno riucciso a venticinque vittime innocenti...che sicuramente sbalorditi e stupefatti hanno gridato: "Sciagurati....che fate? non vi date conto che state uccidendo a persone gia' morte" ? Lasciateci in pace!
L'attacco incivile, assurdo, inaudito e disumano condanna da solo ..la malvagita' e la intenzione di fare del male, creare panico e colpire il sentimento e la sensibilita' d'un popolo intero. E' difficile poter sapere quali siano stati i moventi che hanno spinto a tanto...
Tutte le ipotesi valgono::: chissa' per intimidire o far tacere ...Sinceramente e' molto raro e strano l'accaduto.. Come qualificarlo ?? Difficile trovare qualificativi appropriati....
"Vergognoso! se si potra' dire......Un attacco che affetta ed offende il prestigio d'un popolo e d'un paese, quel paese che e' considerato d'essere uno dei piu' tranquilli della Calabria. Pero' con questo vandalico evento.....molto si perde..e fin quando non si chiarisce l'enigma e non ci sara' un'intesa generale....Amantea seguira' scivolando verso l'abisso.......
I vandalici ben sapevano che cosa colpivano...e le conseguenze psicologiche che si sarebbe scaturite......Hanno profanato un simbolo sacrato ed intoccabile che ha un profondo significato morale, spirituale e storico per il popolo amanteano.....
Riflessionate un poco........se -oggi- si sono avventurati a tanto.....domani cosa potranno fare?????. Se attaccano la memoria dei poveri morti....che non molestano a nessuno..... non restano opinioni da fare.....!!!! Credo che l' osare non e' qualcosa del momento....bensi' -chissa'- preparato e ben pensato, pero' da chi ?? e perche' ??.....
Che Dio perdoni questi personaggi ignoti, che attuano nell'ombra, perche' non sanno quello che fanno......(o lo sanno?)........anche se la Legge ed il Popolo li condannano. Credo che e' un'altra buona opportunita' affinche' tutti, senza distinzione di ideologie politiche, religione, cultura, posizione sociale. ambizioni ecc. si avvicinano -como fratelli- per tutelare quei sacri ed inviolabili valori e diritti di ogni cittadino e difendere il patrimonio artistico, storico ,religioso, culturale, ecc, del Paese....contrario si rimane sempre piu' esposti a queste anomalie assurde e inumane-
Pensatelo !!!! Stando disuniti..e litigando........si da' l'opportunita' ad altri di approfittare la situazione......Non lo dimenticate; Seguendo cosi......mai si scopriranno i possibili segreti ed i misteri che potrebbero bollire nella pentola amanteana...... consistenti, per esempio, sapere i motivi o le cause che hanno spinto al vandalico attacco alla lapide ricordatoria.
--- A voi tutti, Fratelli Amanteani, le conclusioni finali.----A te, caro amico Antonio ed a tutti i tuoi Collaboratori del sito "AMANTEA 3" un abbraccio fraterno y un pensiero affettuoso alla mia amata "Mantiella".------------------------------

FRANCO DANESE  da  Buenos  Aires-Argentina.-