www.amantea3.it  info@amantea3.it dove siamo webmaster: Antonio CIMA cell. 329 3484262
 

 VERBICARO (CS)  - IL MAGICO GROVIGLIO DI SCALE ESTERNE

Volendo vedere l'Infiorata e la processione della Madonna delle Grazie di cui ci è stato raccontato un gran coinvolgimento popolare, con un amico siamo venuti a Verbicaro in questo pomeriggio di sabato 2 luglio 2011.
Per aver vissuto da queste parti tre anni e per avere nell'alto Tirreno cosentino svolto gran parte delle attività lavorative, conosco perfettamente ogni luogo della zona, ma mi sfugge completamente Verbicaro essendovi stato solo una volta, di sfuggita, agl'inizi degli anni '80. Di questo luogo tutti sappiamo del buon vino, dei vattienti, dell'ampia parte di Parco del Pollino che qui si distente fin sulla costa.
Arriviamo con largo anticipo sulla processione per visitare il paese e la predisposizione dei tappeti floreali nei vicoli prima dell'arrivo della folla che ostacola i movimenti e complica le foto.
Alla infiorata e alla processione (grandiosi) sarà dedicato uno specifico servizio.
Mostro in questa pagina non tutto il paese, ma uno spaccato particolare del vecchio borgo: il dedalo di scale esterne alle abitazioni, sgrigno di entusiasmante bellezza architettonica.
Chi vive lungo le coste è abituato a vedere il borgo antico sempre più in alto rispetto alla parte moderna. Ciò succede di meno nelle zone interne ove può capitare di vedere sotto il vecchio e sopra il nuovo. Questo si verifica a Verbicaro e mi vengono in mente Castrovillari e S.Giovanni in Fiore. Fa eccezione di Pizzo che da paese di mare non potendosi espandere in pianura è cresciuto verso l'alto.

 

Ma torniamo a Verbicaro.
Arriviamo in macchina dall'alto e ci troviamo immersi nella parte nuova (che mi pare sia denominata Chiana, ovvero piana).
Dalla costipazione dei palazzi di ampia dimensione e dalla essenzialità del verde urbano ne deduci la scelta obbligata dalla mancanza di terreno pianeggiante.
Attraversiamo tutta la parte nuova e, appena possibile, c'immergiamo nei vicoli della parte antica ove, scrutando,  s'individuano poche case abitate e la maggior parte di esse da molti anni abbandonate.
Comunemente, girovagando nei borghi disabitati da molti anni, il degrado e la sporcizia la fanno da padrone, non qui. In realtà devi osservare con accortezza per capire quali case siano abitate e quali non. Il decoro è un elemento stratificato che fa emergere in tutta la sua consistenza l'armonia e il dinamismo delle tante, innumerevoli scale esterne che in ogni direzione si arrampicano in cerca delle porte d'ingresso.
Personalmente sono rimasto affascinato (pur essendo lungamente abituato ai centri storici) da questa bellezza che maggior fama, fortuna e fruizione meriterebbe.
Nella consapevolezza di tutto ciò sono certo che gli accorti amministratori di Verbicaro si saranno sempre adoperati e verrà sicuramente giorno che nei circuiti turistici lo spazio che merita questo luogo avrà.

Antonio Cima  2 luglio 2011


vai a inizio pagina