www.amantea3.it  info@amantea3.it dove siamo webmaster: Antonio CIMA cell. 329 3484262
 

Pesca con la Lampara

E' probabilmente la pesca più antica praticata ad Amantea. Ad oggi, 2011, possiamo annoverarla sostanzialmente come attività estinta. L'epoca di massimo splendore risale al dopoguerra quando migliaia di persone praticavano questa pesca e si annoveravano oltre 50 ciurme. Si racconta che guardando dal centro storico verso mare sembrava vi fosse un'isola illumina. La scomparsa di tali attività sono riconducibili prevalentemente alla mancanza di un porto, che riduceva in maniera drammatica il numero di giornate lavorative oltre che impedire investimenti in strumentazioni più competitive, la diaspora dell'emigrazione, la traslazione in attività e mestieri più sicuri e redditizi.  Cenni sulla lampara.
Si fa in prevalenza con due barche: una più grande e una più piccola. Quella grande serve per il posizionamento dei marinai, contiene il motore, stiva le reti e serve per recuperare le reti dopo la cala. In quella più piccola è posizionata la lampara, accoglie il lampista dal quale dipendono le strategie di pesca, stiva il pesce nelle apposite cassette.
Quando si arriva sul punto d'inizio pesca le barche si ancorano in posizione ravvicinata. Tutta la ciurma sulla barca grande e il solo lampista sulla barca piccola. Sotto la forte luce della lampada gradualmente si raggruppa il pesce. Il lampista dalla dimensione e quantità di bolle che emergono stima il tipo e la quantità di pesce. Quando lo ritiene opportuno chiede alla ciurme di calare la rete. Calare la rete vuol dire cingere a forma di pozzo lo spazio d'acqua intorno alla fonte di luce che attrae i pesci. Una volta che lo spazio è cinturato dalla murata della barca grande si recupera la rete fino ad arrivare al pesce. Il pesce pescato viene riversato nelle cassette alloggiate nella barca piccola.
In relazione al pescato, all'ora, alle condizioni del tempo si valuta se rientrare o continuare la pesca nella stessa zona o altrove. Arrivati a terra si espletano varie funzioni di pulizia e riordinamento, si divide il pescato e ognuno si organizzato per andarlo a vendere.
Antonio Cima   foto luglio 2008

Video-film      Video-foto

preparativi a terra

la rete che era stata posta sulla spiaggia
viene riposta in barca
in assetto di pesca
a prua si posizionano le falange per vuttari
la baoca è in acqua
la barca grande rimorchia la piccola
assetto di navigazione
si raggiunge u caminu della pesca
i lampisti sulla barca piccola a scrutare i vissichelli
sulla barca grande con rete la ciurma attende
sullo sfondo Amantea di notte
i lampisti dispongono la cala i pesci si dimenano lungo la rete
si procede nel recupero
tutta la ciurma sulla fiancata della barca grande
arriva i pesce
che viene travasato nelle cassette
si completa il recupero della rete
si rientra sulla spiaggia
mettendo a secco la barca
Video-film      Video-foto

vai inizio pagina