www.amantea3.it  info@amantea3.it dove siamo webmaster: Antonio CIMA cell. 329 3484262
 

AMANTEA - LE FILASTROCCHE

FILASTROCCHE LAICHE    (vedi anche quelle religiose)
L'UNA, E LLU DUA, E LLU TRIA, E LLU QUATTRU, E LLU CINQUE, ELLU SIA, E LLU SETTI
E LLU TRAPANU INTR'A BARRETTA
E LLU TRAPANU E LLU TRAPANU
E LLU PIZZU CCU LA PAPIRA
E LLU PIZZU E LLU PIZZU
E LLU CORU CA TI 'MPIZZE
E LLU CORU E LLU CORU
E LLU VRUOCCULU CCU L'OVA
E LLU VRUOCCULU E LLU VRUOCCULU
E NA SPINA FATTA A ZUOCCULU
E NA SPINA E NA SPINA
E NA FELLA I LATTICINU
E NA FELLA E NA FELLA
E NA COSCIA DI VITIELLA
E NA COSCIA E NA COSCIA
E NA VACCA PRENA GROSSA
E NA VACCA E NA VACCA
E NU CUOPPU DI TABACCU
E NU CUOPPU E NU CUOPPU
E NU GALLU SCUOTTU SCUOTTU
E NU GALLU E NU GALLU
E NU MONICU A CAVALLU
E NU MONUCU E NU MONICU
NA FRITTATA SUPRU U STOMICU
NU JURNU NU GATTU STACCHE LLA CUDA ANNU SURICIU CA SA MANGIATU U FURMAGGIU SUGUO; U SURICIU SI MENTE A CHIANGIRI CA VO LLA CUDA; U GATTU CCI'HA RISPUSU CA PPE AVIRI A CUDA CI'AVIE DI PURTIRI U FURMAGGIU; E CCA CUMINCIE LLA TIRITERA:
U SURICIU VA ADDUV'U PECURARU E CI DICE: PECURARU DAMM'U FURMAGGIU, U FURMAGGIU U PUORTU ALLA GATTA , A GATTA MI DU LLA CUDA E MA 'MPACCHIU A SI PACCHI DI CULU;
U PECURARU RISPUNNE: SI TU VU U FURMAGGIU ME PURTARI U LATTU;
U SURICIU VA ADDU'A PECURA E CI DICE: PECURA DAMM'U LATTU, U LATTU U PUORTU ALLU PECURARU, U PECURARU MI DU LLU FURMAGGIU, U FURMAGGIU U PUORTU ALLA GATTA, A GATTA MI DU LLA CUDA E MA 'MPACCHIU A SI PACCHI DI CULU;
A PECURA RISPUNNE ; SI TU VU U LATTU ME PURTARI L'ERBA;
U SURICIU VA ALLA MUNTAGNA E CI DICE: MUNTAGNA DAMMI L'ERBA, CA L'ERBA A PUORTU ALLA PECURA, A PECURA MI DU LLU LATTU, U LATTU U PUORTU ALLU PECURARU, U PECURARU MI DU LLU FURMAGGIU, U FURMAGGIU U PUORTU ALLA GATTA, A GATTA MI DU LLA CUDA E MA 'MPACCHIU A SI PACCHI DI CULU;
A MUNTAGNA RISPUNNE: SI TU VU L'ERBA ME PURTARI L'ACQUA;
U SURICIU VA ALLU JUMU E CI DICE: JUMU DAMMI L'ACQUA, CA L'ACQUA A PUORTU ALLA MUNTAGNA, A MUNTAGNA MIDU  L'ERBA, L'ERBA U PUORTU ALLA PECURA, A PECURA MI DU LLU LATTU, U LATTU U PUORTU ALLU PECURARU, U PECURARU MI DU LLU FURMAGGIU, U FURMAGGIU U PUORTU ALLA GATTA, A GATTA MI DU LLA CUDA E MA 'MPACCHIU A SI PACCHI DI CULU;
U JUMU RISPUNNE: SI TU VU L'ACQUA ME PURTARI...... CONTINUARE A VOLONTA'
MI DOLE LLA PANZA: VA CHJIAMA A CUSTANZA - MI DOLE DAVERU: VA CHJIAMA A SAVERU - MI DOLE MI DOLE: VA CHJIAMA A NICOLA - OIU CUMU MI SPAGNU: QUATTRU JURNI I CCA ALLA SPAGNA
MI DUOLE LA PANCIA, VAI A CHIAMARE COSTANZA - MI DUOLE DAVVERO, VAI A CHIAMRE SAVERIO - MI DUOLE MI DUOLE, VAI A CHIAMARE NICOLA - OHI COME MI SPAVENTO, QUATTRO GIORNI DA QUI FINO ALLA SPAGNA

SERRA SERRA MASTRU CICCIO - NA PATATA E NA SAZIZZA - A SAZIZZA NA STIPAMU - A PATATA NA MANCIAMU
SEGA SEGA MASTRO CICCIO - UNA PATATA E UNA SALSICCIA - A SALSICCIA LA CONSERVIAMO - LA PATATA LA MANGIAMO

IAMU ALLA MARINA - A TAGLIARI A CAPA I MINICU - E MINICU E' CARCERATO - E TAGLIAMU A CAPA ALLU SURDATU (oppure facimi na bella scialata)
ANDIAMO SULLA SPIAGGIA - A TAGLIARE LA TESTA A DOMENICO - MA DOMENICO E' CARCERATO - TAGLIAMO LA TESTA AL SOLDATO (oppure facciamo una bella scampagnata)
SETTE QUATTORDICI VENTUNO VENTOTTO - CALICIUNU SPARAVI LLI BOITTI - I SPARAVE AD UNU AD UNU - CALICIUNO 'MBRIACUNU
SETTE QUATTORDINI VENTUNO VENTOTTO - CALICIUNU SPARAVE I FUOCHI - LI SPARAVA UNO PER UNO - CALICIUNU - UBRIACONE
Fino agli anni 60, pi¨ o menu, esisteva l'artigiano Caliciunu produttore e artificiere dei fuochi. Per la sua personalitÓ estroversa e vagamente trasandata gli fu  dedicata questa goliardica e amichevole filastrocca.
VISCIUZZA MIA ADDUVU SI STATA - ADDUA A NANNA - E CHI T'HA DATU - PANU E CASU - A MIA MI NN'HA PURTATO - NO - ADDUVU A MISU - MI LE MANGIATU - USCIA DA CASA - USCIA DA CASA
GATTINO MIO - DOVE SEI STATO - DALLA NONNA - COSA TI HA DATO - PANE E FORMAGGIO - A ME NE HAI PORTATO? - NO! - DOVE LO HAI MESSO - L'HO MANGIATO - VAI VIA DA CASA - VAI VIA DA CASA
PIRULI' PIRULI' PIANGEVA - VOLEVA L'INSALATA - LA MAMMA NON L'AVEVA - PIRULI' PIRULI' PIANGEVA - A MEZZA NOTTE IN PUNTO - PASSAVA UN APPARECCHIO - DI SOTTO C'ERA SCRITTO - PIRULI' PIRULI' STAI ZITTO
Interamente in lingua madre ma vissuta con forte partecipazione locale
OJI E' FESTA - E LLU SURICIU SI VESTE - A GATTA CUCINE - E LLU CANU VA PIGLIE LLU VINU
OGGI E' FESTA - E IL TOPO SI VESTE - IL GATTO CUCINA - E IL CANE VA A PRENDERE IL VINO
DON NICO' DON NICO'  - C'E' NA FIMMINA CA TI VO' - E CCHI VVO' E CCHI VVO' - VO' JUCARI ALLU JO' JO'
DON NICOLA DON NICOLA -C'E' UNA DONNA CHE VI CERCA - COSA VUOLE COSA VUOLE - VUOLE GIOCARE A JO JO
SIGNORA VI CHIAMATE IL VOSTRO GA TTO TTO - CHE SE MANGIATO LA BISTECCA CO TTA TTA - SE VIENE MIO MARITO VE L'AMMA ZZA ZZA - VISCIUZZA VIJENI CCA - NU MMI FARI ARRA BBIA' - SI VU PANU PIGLIATINNI CA CCI NNE IN QUANTITA' - SINNOCCHU - TI PIGLIU - TI FAZZU - TI TIR'I MUSTAZZI  - TI GLIETTU INT'U PUZZU - E NENTI TI FAZZU
SIGNORA VI CHIAMATE IL VOSTRO GA TTO TTO - CHE SE MANGIATO LA BISTECCA CO TTA TTA - SE VIENE MIO MARITO VE L'AMMA ZZA ZZA - GATTINO VIENI QUA - NON FARMI ARRABIAR - SE VUOI PANE PRENDILO - CHE CE N'E' IN QUANTITA' - SE NO - TI PRENDO - TI FACCIO - TI TIRO I BAFFI - TI BUTTO NEL POZZO - E NIENTE TI FACCIO
Dalla struttura complessiva si evince che la filastrocca nata in lingua madre Ŕ stata adattata parzialmente al dialetto
U SCARPARU TIC TIC - SEMPRI POVIRU E MAI RICC
IL CALZOLAIO TIC TIC - SEMPRE POVERO E MAI RICCO
LA PICCOLA LAVANDAIA - CHE LAVA I FAZZOLETTI - LI LAVA BIANCHI BIANCHI - FAI UN SALTO - FANNE UN'ALTRO - FAI LA RIVERENZA - FAI LA PENITENZA - ORSU' ORSU' - DAI UN BACIO A CHI VUOI TU
Gioco in lingua madre ma vissuta con forte partecipazione locale
DUMINICA LUNU E MARTU - S'ABBANNUNUNU TUTTI L'ARTI - SU TRI JUURNI  I CARNULEVARI - E SI PENSE A CANCARIARI
DOMENICA LUNEDI' E MARTEDI' - SI ABBANDANONA TUTTE LE ARTI - SONO TRE GIORNI DI CARNEVALE - E SI PENSA STRAFOGARSI
MO VENE NATALU - UN TIEGNU DINARI - MI PIGLIU NA PIPPA - E MI MINTU A FUMARI - MAMMA MAMMA DAMMI NA MANA - CA DOPPU DUMANI FINISCE NATALU - UN SACCIU CCHI FARI - UN SACCIU CCHI FARI
ARRIVA NATALE - NON HO DENARI - PIGLIO UNA PIPA - E MI METTO A FUMARE - MAMMA MAMMA DAMMI UNA MANO - CHE DOPODOMANI  FINISCE NATALE - NON SO CHE FARE - NON SO CHE FARE
TIRESINA COGLIVE  AGLIANNI - CONSATILLU SU TUPPU DI BANNI - CONSATILLU PULITU PULITU - CA STASIRI T'ARRIVE LLU ZITU
TERESINA RACCOGLIEVA GHIANDE - AGGIUSTA I CAPELLI AL VENTO - AGGIUSTALI PULITI PULITI - CHE STASERA ARRIVA LO SPOSO
PETRUSINELLA PETRUSINELLA - CCHIU' T'ALLISCI E CCHIU' TI MBRILLICCHI - CU ZI JUORCHU MANGIARI TI VO
PETRUSINELLA PETRUSINELLA - PIU' TI ABBELLISCI E TI ACCONCI - CHE L'ORCO MANGIARE TI VUOLE
CICIRINELLA AVIE NU GALLU - TUTTI I JURNI CI JIVE A CAVALLU - UNN'AVIJE NE OSSA NE PELLE - CHISSU E' LLU GALLU I CICIRINELLA
CICIRINELLA AVEVA UN UN GALLO - TUTTI I GIORNI VI ANDAVA A CAVALLO - NON AVEVA NE OSSA NE PELLE - QUESTO E' IL GALLO DI CICIRINELLA
Di probabile provenienza napoletana
U SGANGATU CCU LL'OVA ALLU CULU - FA SPAGNARI I CRIATURI - CCU NNU FIERRI ARRUSSICATU - FA SPAGNARI I CARCERATI
LO SDENDATO CON LE UOVA AL CULO - FA SPAVENTARE I BAMBINI - CON UN FERRO ARROVENTATO - FA SPAVENTARE I CARCERATI
I JISTIMI SU DDI CANIGLIA - CHINA I MANNI SI LI PIGLIE - I JISTIMI SU DI SPUTAZZA - CHINA I MANNE SI L'ABBRAZZE
LE BESTEMMIE SONO DI CRUSCA - CHI LI SCAGLIA SE LI PRENDE - LE BESTEMMIE SONO SI SALIVA - CHI LI SCAGLIA SE LI ABBRACCIA
AGUSTU PORTE LITTIRI E SETTEMBRE SI LI LEJE - ALLESTITIVI I BAGHETTELLE CA L'ESTATE SINNI VENE
AGOSTO PORTA LETTERE E SETTEMBRE LE LEGGE - PREPARATEVI LE VALIGIE CHE L'ESTATE E' FINITA
APRILI NE CACCIARI NE MINTIRI - MAJU CUMU TI PARE - GIUGNU JETTITI ALLU FUNNU
APRILE NE TOGLIERE NE METTERE - MAGGIO COME TI PARE - GIUGNO BUTTATI IN FONDO (AL MARE)
Cambio stagione e scelta degli indumenti

FILASTROCCHE RELIGIOSE    (vedi anche quelle laiche)

E LLI PANNI E LLI PANNIZZI - A MADONNA CCU LLI TRIZZI - ED E' JUTA ALLA MARINA - A PIGLIARI I PISCI CHJINI - E LI CISTI E LLI CISTILLI - A MADONNA CCU LLI CIELLI
PANNI E PANNICELLI - LA MADONNA CON LE TRECCE - ED E' ANDATA ALLA SPIAGGIA - A PRENDERE PESCI RIPIENI - CESTE E CESTELLI - LA MADONNA CON GLI UCCELLI
BONA SIRA E BONA NOTTA - I TRI ANGIULI ALLA PORTA - DUA CUNTIENTI E UNU ASSORTU - A MADONNA A MIA MA DITTU - CA MI PORTE IN PARADISU - PARADISU E' BELLA COSA - CHINA VA SI CI RIPOSE - ALLU MPIERNU I MALA GENTI - CHINA VA SI CI DIFENDE
BUONA SERA E BUONA NOTTE - I TRE ANGELI ALLA PORTA - DUE CONTENTI E UNO ASSORTO - LA MADONNA MI HA DETTO - CHE MI PORTA IN PARADISO - PARADISO E' BELLA COSA - CHI LI VA VI SI RIPOSA - ALL'INFERNO LA CATTIVA GENTE - CHI LI VA SI DIFENDE
MADONNA MIJA BELLA - DINTRA SA CAPANNELLA - IJU PASSU E TI SALUTU - MADONNA MIA DAMM'A SALUTA
MADONNA MIA BELLA - DENTRO QUESTA CAPANNELLA - IO PASSO E TI SALUTO - MADONNA MIA DAMMI LA SALUTE
E CUMMARI E SAN GIUVANNI - E VATTIMUNI LI PANNI - E LI PANNI E LI PANNIZZI - A MADONNA CCU LI TRIZZI - E LLI TRIZZI NCANNULATI - A MADONNA ME SUNNATU
E COMARI E SAN GIOVANNI - E BATTIAMOCI I PANNI - PANNI E PANNICELLI - LA MADONNA CON LE TRECCE - E LE TRECCE INTRECCIATE - LA MADONNA HO SOGNATO
LUNA LUNA NOVA - UN T'AJU VISTU ANCORA - E MO CA T'AJU VISTU - SALUTIMI A GESU CRISTU
LUNA LUNA NUOVA - NON TI HO VISTO ANCORA - ED ORA CHE TI HO VISTO - SALUTAMI GESU' CRISTO
E LUCIA LUCIA SANTA - UN T'AJU VISTU CCHIU' - E MO CA T'AJU VISTU - SALUTIMI A GESU CRISTU
LUCE LUCE SANTA - NON TI HO VISTO PIU' - ED ORA CHE TI HO VISTO - SALUTAMI GESU' CRISTO
LUNA LUNELLA - SI DATA E SI BELLA - E MO CA T''AJU VISTU - SALUTIMI A GESU' CRISTO
LUNA LUNELLA - SEI ALTA E SEI BELLA - ED ORA CHE TI HO VISTO - SALUTAMI GESU' CRISTO
CHIANCITI CHIANCITI PICCIRILLI E GRANNI - CH'E' MUURTU GESU' CRISTU A TRENTATRI ANNI
PIANGETE PIANGETE PICCOLI E GRANDI - CH'E' MORTO GESU' CRISTO A TRENTATRE ANNI
ANIMI SANTI E CUORPI STRUTTI - DIO VI MANNE PACE E RIPOSO A TUTTI
ANIME SANTE E CORPI CONSUNTI - DIO VI MANDA PACE E RIPOSO A TUTTI
U SIA E' NICOLA - L'UUTTU E' MARIA - UN TRIDICI E' LUCIA - E LU VINTICINQUA E' LLU VERU MESSIA
IL 6 E' NICOLA - L'8 E' MARIA - IL 13 E' LUCIA - IL 25 IL VERO MESSIA