www.amantea3.it  info@amantea3.it dove siamo webmaster: Antonio CIMA cell. 329 3484262
 

AMANTEA - METAFORE E SIMILITUDINI

STRUSCIU I SCUPA NOVA
FRUSCIO DI SCOPA NUOVA
Il non credere ai cambiamenti imposti da un nuovo capo arrivato in un contesto disorganizzato.

Un esempio: Una scuola con carente organizzazione cambia il preside (dirigente scolastico) il quale nota le disfunzioni e impone una revisione organizzativa; il personale della scuola, che già ha vissuto altri simili e vani tentativi, con rassegnazione e assuefazione dice "strusciu i scupa nova" convinto che dopo un pò anche il nuovo preside si adeguerà.
E' chiarissima l'immagine metaforica della scopa che inizialmente nell'uso produce un rumore, ma poi si consuma, perde rigidità, e si "zittisce".

UOCCHI CHJINI E MANI VACANTI
OCCHI PIENI E MANI VUOTE
Espressione platonica per definire il quadro di una esaltazione immaginifica nella quale chi racconta, in sostanza, non ha ottenuto nulla ed invece ostenta un vissuto fantastico.
ADDUVU CI SU TANTI GALLI  'UN FA MAI JUORNU
DOVE VI SONO MOLTI GALLI NON FA MAI GIORNO

Quando sono in molti a comandare le cose non funzionano.
Con il canto del gallo inizia la giornata, ma quando i galli sono in tanti non si trova l'accordo su chi debba iniziare a cantare.
Deduzione:
la politica italiana non funziona perchè ci sono "troppi galli nel pollaio"
CHINA SEMINE SPINI 'UN CAMINE SCAZU
CHI SEMINA SPINE NON CAMMINA SCALZO
Chi opera illegalmente si assicura ogni tutela cercando di non farsi scoprire.
E' DIVENTATA 'NU PIZZULUNU 'I GUAI
E' DIVENTATA UN PIZZICOTTO DI GUAIO
Dicesi di persona che riceve un rimprovero e lo subisce risentendone in modo esagerato.
Proviamo a rappresentare figurativamente la frase: se il braccio è una persona e riceve un pizzicotto da altra persona ne consegue un lieve arrossamento; se il braccio è una persona e riceve un pizzicotto da un guaio ne consegue un vasto ematoma (reazione enorme);
ARRACCUMANNU I PIECURI ALLU LUPO
RACCOMANDO LE PECORE AL LUPO
Attendersi un ovvio risultato negativo in conseguenza di un incarico affidato a qualcuno che notoriamente non è in grado di assolverlo.

Esempio 1: una bambina grandicella che di suo s'imbratta mangiando uno yogurt; il papà è occupato e la mamma impegnatissima chiede alla bambina di far mangiare lo yogurt al fratellino piccolo; il papà che sente,con questa frase, avverte la moglie dell'esito scontato.
Esempio 2: Padre madre figlio in casa; il figlio esce momentaneamente; la mamma gli dice: "Marco mi raccomando compra il latte per tua sorella"; il padre, sapendo che Marco sistematicamente si dimentica, pronuncia la frase in questione.
Esempio 3: una mamma che ha notoriamente difficoltà a manovrare l'auto nel garage di casa; passa un vicino ad avvisare che di sotto in garage stanno preparando dei lavori e c'è già confusione; il papà che non può muoversi chiede alla moglie di andare a prendere l'auto dicendo: "mi raccomando"; il figlio interviene con questa frase presagendo il peggio. 
ASSAI CUOCHI GUASTUNU A CUCINA
MOLTI CUOCHI ROVINANO LA CUCINA
Quando sono in molti a decidere, le cose non funzionano.
Deduzione: la politica italiana non funziona perchè ci sono "troppi cuochi in cucina"
PASSATU A FESTA PASSATU U SANTU
PASSATA LA FESTA PASSATO IL SANTO

Doppia valenza:
a) non perdere le occasioni perchè difficilmente si ripresentano;
b) quando sei importante e utile agli altri tutti ti acclamano; quando perdi tale posizione tutti ti ignorano.
MO CCI'A' RRUSSICU L'UOCCHJ
ARROSSARSI GLI OCCHI
Espressione usata da chi avendo titubanza o paura ad affrontare qualcuno trova il coraggio per farlo e lo sforzo e tale da procurare una afflusso di sangue alla testa tale da fare arrossare gli occhi
CCI'HA DDATU MAZZA E TILA
GLI HA DATO MAZZA E TELA
Conferire un compito a qualcuno dandogli pieni poteri sul da farsi.
Gli italiani quando votano danno "mazza i tila" agli eletti che però, poi, in gran parte, condividono i pieni poteri con le lobby economiche e con la mafia.
HA JETTATU BUONU L'UOCCHIU
HA BUTTATO BENE L'OCCHIO ovvero HA SAPUTO SCEGLIERE
Dicesi di persona che ha avviato una iniziativa vantaggiosa.
Espressione tipica di persone anziane, in prevalenza donne, per definire il fidanzamento di una persona vicina con un partner di livello sociale ed economico di prestigio.
CCI'HA VUTATU NA CARTA
GLI HA VOLTATO UNA CARTA
Si dice quando una persona, dopo averle tentate tutte per ovviare ad una situazione negativa, sopraffatta dallo sconforto procurato dalla mancanza di miglioramenti, abbandona ogni tentativo risolutore.
Le situazioni più ricorrenti riguardano le persone che smettono di tentare le diete peggiorando consapevolmente la loro condizione.
PICCA SANTI PICCA PATERNUOSTI
POCHI SANTI POCHI PATERNOSTRI
Usata in qualsiasi contesto quando il contenimento delle entità oggetto della questione comporta un contenimento degli oneri e aiuta la celerità.
Per esempio: se si organizza un banchetto e alcuni parenti ed amici non aderiscono per altri impegni.
Senza indugi si può ben dire che la politica italiana non funziona perchè ci sono "troppi santi e troppi paternostri"
'A GALLINA VECCHIA FA LLU BRODU BUONU
GALLINA VECCHIA FA BUON BRODO
Esaltazione del valore dell'esperienza.
'A NUTTATA E LLA FIGLIA FIMMINA
LA NOTTATA E LA FIGLIA FEMMINA
Dicesi di iniziative onerose andate a male.

Espressione nata in tempi antichi quando alla figlia femmina erano associati solo i pesanti gravami familiari (corredo, dote, matrimonio) ed esprime il disagio di genitori che, dopo una nottata di travaglio, si ritrovano con una figlia femmina da crescere.