www.amantea3.it  info@amantea3.it dove siamo webmaster: Antonio CIMA cell. 329 3484262
 
Amantea - Linguaggio popolare - Proverbi
Sfera FAMILIARE Sfera SOCIALE Sfera INDIVIDUALE Sfera ECONOMICA CONSIGLI UTILI
SFERA FAMILIARE
CHINA TI VO BENU CCHIU' I NA MAMMA - O TI TRADISCE O T'INGANNE
CHI DICE DI VOLERTI BENE PIU' DI UNA MAMMA -  TI TRADIRA' O T'INGANNERA'
Non c'è amore più grande, duraturo e sincero di quello di una mamma.
CHINA UN SENTE MAMMA E PATRU - FA NA MORTA DISPERATA
CHI NON DA ASCOLTO MAMMA E PADRE - FA UNA MORTE DISPERATA
Espressione esagerata per dire che: mamma e padre sono i riferimenti più importanti; dare loro ascolto può evitare complicazioni
A MATRIA PPE LA NORA - PURU I ZUCCURU UNN'E' BONA
LA SUOCERA PER LA NUORA - ANCHE DI ZUCCHERO NON E' BUONA
Eterno conflitto parentale tra nuora e suocera
A MAMMA TI GUARDE ALLA FACCIA - A MUGLIERA TI GUARDE ALLI MANI
LA MAMMA TI GUARDA AL VISO - LA MOGLIE TI GUARDA ALLE MANI

Il rapporto con una mamma è esclusivamente affettivo, quello con la moglie è anche materialistico.
Espressione nata in ambito marinaro rappresenta il momento del rientro a casa dalla pesca: la mamma (che spesso viveva con un figlio sposato) e la moglie accoglievano l'uomo con diverso atteggiamento.
U PATRU DICE ALLI FIGLI UN V'AFFRIGGITI - CA TANTU UN'MMATI  I FA A CAMMISA LONGA
IL PADRE DICE AI FIGLI NON AFFLIGGETEVI - TANTO NON DOVETE FARMI LA CAMICIA LUNGA
Nel conflitto generazionale un padre rivendica con dignità la propria autonomia minimizzando le preoccupazioni dei figli per le cure parentali.
Produrre una camicia lunga impegna e costa più di una camicia corta; il padre chiede il minimo impegno, ovvero la camicia corta.
CAFETTERA CAFETTERA - CCU NNA VOTA CA SBAGLIATU - U CAFE' E' ACQUA LAVATA - A JENNIRI E NIPUTI - CHILLA FA FA TUTTU E' PERDUTU
CAFFETTIERA CAFFETTIERA - PER UNA VOLTA CHE HAI SBAGLIATO - IL CAFFE' E' ACQUA LAVATA - A GENERI E NIPOTI - QUELLO CHE FAI TUTTO E' PERDUTO
Basta sbagliare una volta per svilire tutto l'operato pregresso.
La rappresentazione familiare induce a considerare tali eventi più facilmente ricorrenti in ambito domestico; in realtà succede ovunque.
E' MIEGLJU CA MAMMITA TI PERDISSE - E NO CU SULU I MARZU TI PIGLJASSE
E' MEGLIO CHE TUA MADRE TI PERDA - E NON CHE IL SOLE DI MARZO TI PRENDA
Tradizionalmente si associa al sole di marzo un periodo di instabilità dannoso.

In realtà esprime diffidenza verso le situazioni poco chiare e potenzialmente a rischio: meglio evitare anche se costa.
CIRNIGLIU MIU CIRNIGLIU - CHINA DI MAMMA E CHINA DI FIGLI - CHINA DI SUORI E DI CANATI - SIMU TUTTI CERNULIATI
CERNIGLIO MIO CERNIGLIO - CHI DA MAMMA E CHI DA FIGLI - CHI DA SORELLE E DA COGNATI - SIAMO TUTTI CERNIGLIATI
Derivante dall'azione della cernitura, ovvero, del selezionare, scendere nelle minuzie, sottilizzare.
Molteplici interpretazioni:
a) associando il cerniglio allo sfruttamento si può supporre una lamentela del gravame di dipendenza in ambito familiare;
b) in termini più ampi è una rassegnata considerazione sulla tendenza all'accaparramento;
c) in forma denigratoria l'impossibilità di sottrarsi alle conviviali dicerie di malignità e pettegolezzi.
I PARIENTI SU CUMU I SCARPI - CCHIU' SU STRITTI E CCHIU' FANU MALU
I PARENTI SONO COME LE SCARPE - PIU' SONO STRETTI E PIU' FANNO MALE
ALLA CASA C'UN CIA' CURI - VACCI A SIRA QUANNU SCURE
ALLA CASA DI CUI HAI POCO INTERESSE - VACCI DI NOTTE QUANDO FA BUIO
E' la lamentela di una mamma verso il figlio che va a trovarla raramente.

Ampliando il concetto: laddove potresti avere noie e seccature vacci quando le condizioni ti favoriscono.
MAZZE E PANELLE FAN'I FIGLI BELLI
MAZZATE E PAGNOTTE - FANNO I FIGLI BELLI
La buona educazione degli figli, oltre ad una corretta alimentazione, richiede un pò di severità.

La struttura lessicale induce a ritenerla una espressione recente importata dal napoletano.
SI VO MPARARI I FIGLI POVARIELLI - O PISCATURI I CANNA O ACCHIAPPA CIELLI
SE VUOI CHE I FIGLI DIVENTINO POVERI - O PESCATORI DI CANNA O UCCELLATORI
In realtà è una esortazione rivolta ai genitori a orientare i figli verso l'impegno e la concretezza; canna e uccelli sono due attività venatorie la cui pratica esagerata non porta nulla.
E' BRUTTU L'UORCU IN CASA - MA E' CCHIU' BRUTTU QUANN'UN CI TRASE
AMARO E' L'ORCO IN CASA - IL BRUTTO E' QUANDO NON VI ENTRA
Sofferta sottomissione della donna che pur di avere un marito si accontenta di un "orco".

L'espressione, non riscontrabile oggi, è drammaticamente eloquente: un marito brutale violento che procura solo amarezze, paragonabile ad un orco, è comunque preferibile ad una casa vuota senza la presenza di un marito.
DOPP'I CUMPIETTI SI VIDUNU I DIFIETTI
DOPO I CONFETTI SI VEDONO I DIFETTI
Dopo il matrimonio emergono i contrasti, ovvero, per conoscere una persona bisogna praticarla a fondo
 

SFERA SOCIALE

PPE CANUSCIRI AD UNU TI CCE MANGIARI NA RUVA I SALU AD OVA FRITTI
PER CONOSCERE UNA PERSONA DEVI MANGIARE INSIEME UNA "RUVA" DI SALE AD UOVA FRITTE

Per conoscere una persona bisogna praticarla a fondo.
("ruva" antica unità di misura che corrisponde a circa 75 Kg)
DIJU TI GUARDE DI RICCHI CADUTI E DI PEZZENTI ARRICCHISCIUTI
DIO TI PROTEGGA DAI RICCHI DECADUTI E DAI PEZZENTI ARRICCHITI
Diffidare da chi si trova in uno status socio-economico a cui non è abituato
 
I GUAI DA PIGNATA I SA LLA CUCCHIARA CHI RIMINE ("pignata" è una pentola di terracotta)
I GUAI DELLA PIGNATTA LI CONOSCE IL MESTOLO CHE LI RIVOLTA
Invito a non intromettersi nelle cose degli altri perchè ognuno conosce i problemi che lo riguardano meglio di chiunque
A MUGLIERA DU LATRU UN'RIRE SEMPRI
LA MOGLIE DEL LADRO NON E' SEMPRE CONTENTA
Vivendo disonestamente, prima o poi, si dovrà rendere conto.
QUANNU U DIAVULI T'ACCARIZZE - VO DIRE CA VO L'ANIMA
QUANDO IL DIAVOLO TI ACCAREZZA - SIGNIFICA CHE VUOLE L'ANIMA
Invito ad essere sempre sospettosi e diffidenti in quanto dietro ad ogni corteggiamento si annida qualche insidia
ATTACC'U CIUCCIU ADDUVU VO LLU PATRUNU
ATTACCA L'ASINO DOVE VUOLE IL PADRONE
In una situazione di condizionamento adeguarsi e attenersi alle richieste dell'interlocutore visto che ha maggiore peso.
In termini commerciali sta a indicare l'accettazione da parte del fornitore delle condizioni imposte dal cliente.
U ZI MONICU CANTA CANTA - L'UUCCHI CHJINI E LLI MANI VACANTI
IL MONACO CANTERINO - GLI OCCHI PIENI E LE MANI VUOTE
Interpretazione polivalente:
1) diffidare da chi vuole abbindolarti con le parole perchè si rischia di stare a mani vuote;
2) approccio agnostico al concetto di povertà quale strumento dell'eterna felicità.
I PAROLI DA SIRA - I MINE LLU VIENTU A MATINA
LE PAROLE DELLA SERA - LE PORTA VIA IL VENTO AL MATTINO
Diffidare dalle facili promesse che hanno sempre bisogno di verifiche.

Simbolicamente la sera rappresenta il momento in cui più facilmente si può promettere: stanchezza, fretta, un bicchiere in più, ecc.
QUANNU U POVIRU DU' ALLU RICCU - U DIAVULU SI NNI RIDE
QUANDO IL POVERO DA' AL RICCO - IL DIAVOLO SE LA RIDE
Nell'immaginario collettivo il diavolo rappresenta il male; sillogismo: il diavolo gode del male; se il diavolo ride quando il povero dà al ricco, significa che aiutare un ricco è male (d'accordo!).
CHIOVE E MALU TIEMPU FA' - CHINA STA 'NCASA D'ATRI MALU STA'
PIOVE E ED E' CATTIVO TEMPO - CHI STA' IN CASA D'ALTRI MALE STA'
E' difficile avere aiuto da chi non attraversa (o pensa di non attraversare) un buon momento; Decisamente calzante all'attuale rapporto tra paesi ricchi e resto del mondo.
CUCINILI CUMU VU - SEMPRE CUCUZZI SUNU
CUCINALE COME VUOI - SEMPRE ZUCCHINE SONO
Quando qualcuno, nel tentativo di forzare la validità di qualcosa che è carente, si adopera oltre modo per renderla più interessante.
PRATICA I MIEGLJU I TIA E FANNI I SPISI
PRATICA CHI E' MEGLIO DI TE E FANNE LE SPESE
Rapportarsi con persone di livello superiore, anche se oneroso, alla distanza arricchisce la personalità
ALLA CASA C'UN SI 'MMITATU - UN CI JIRI CA NI SI CACCIATU
ALLE CASE CHE NON T'INVITANO - NON ANDARCI CHE TI CACCIANO
Evitare di introdursi in contesti estranei nei quali non si è graditi
NESSUNU TI DICI LAVITI A FACCIA CA PARI CCHJU' BELLLA I MIJA
NESSUNO TI DICE LAVATI LA FACCIA CHE SEMBRERAI PIU' BELLA DI ME
Diffidare di chi dà consigli che prevaricano i suoi interessi
A NNU PAISI I CECATI - VIATU CHINA TENE N'UOCCHJU
IN UN PAESE DI CIECHI - BEATO CHI HA UN OCCHIO
Il valore di ogni cosa è relativo, dipende dal contesto in cui si colloca
CHINA TENE CCHIU' SANTI VA IN PARARISU
CHI HA PIU' SANTI VA IN PARADISO
Volontà e meriti non bastano: per arrivare occorre entrare nei percorsi perversi e iniqui dei privilegi illeciti e immorali.
NA VOTA APPEDUNU - UN FA MALU A NESSUNU
UNA VOLTA CIASCUNO - NON FA MALE A NESSUNO
Elogio della perequazione e dell'uguaglianza
QUANNU VIDI TROPPI CANI A N'UOSSU - E' MIGLJU CA T'ARRASSI
QUANDO VEDI TROPPI CANI AD UN OSSO - E' MEGLIO STARE ALLA LARGA
In genere è saggio evitare situazioni di eccessivo affollamento concorrenziale.
(fa eccezione "l'osso elettore" che nonostante il super affollamento è ambito da tutti)
VICINU MIJU SPECCHIALU MIJU
VICINO MIO SEI IL MIO SPECCHIO
Mantenere sempre buoni rapporti di vicinato giova a tutti
A VOGLIA CA NI FA MAZZULLI E TRIZZI - CA TU UN'NU VIDI MAJI CIELLU 'MPARATU
E' INUTILE CHE TU FACCIA MAZZETTI E TRECCE - PERCHE' NON VEDRAI MAI UN UCCELLO AMMAESTRATO
Rappresenta una esternazione risentita di una mamma nei confronti di una spasimante del figlio non accettata e contestata per tutte le adulazioni rivolte al ragazzo.

Espressione ormai desueta raccontata da un'anziana signora della Chianura.
Analisi: mazzulli e trizzi sta ad indicare l'adoperarsi della ragazza ad adornarsi e farsi bella; ciellu 'mparato indica il ragazzo sprovveduto che sostenuto dai consigli della mamma ('mparatu) è in grado di evitare le "provocazioni" della pretendente.
CHINA TI VO BENU TI FA CHIANGIRI - CHINA TI VO MALU TI FA RIRIRI
CHI TI VUOL BENE TI FA PIANGERE - CHI TI FA RIDERE TI VUOLE MALE
Dietro le adulazioni e le promesse di risultati che rendono la vita sorridente c'è un secondo fine spesso losco. (calzante nel periodo pre-elettorale)
U DIAVULU UN TENE PECURI E VA VINNIENNU LANA
IL DIAVOLO NON HA PECORE E VENDE LANA
Fare attenzione ai millantatori che offrono quel che non hanno.
MIJGLIU SULU CA MALU ACCUMPAGNATU
MEGLIO SOLO CHE MALE ACCOMPAGNATO
Non sempre la compagnia è utile; a volte è necessario affrontare le situazioni da soli; evitare accordi con soggetti inaffidabili.
QUANNU SI INCUDINU STATTI - QUANNU SI MARTIELLU VATTI
QUANDO SEI INCUDINE SUBISCI - QUANDO SEI MARTELLO BATTI
In positivo: trovare equilibrio e capacità di adattamento alle situazioni;
in negativo: affermare le leggi naturali del più forte nella contesa preda-predatori.
SI TI VO FARI RISPETTARI - T'E' FARI CRISCIRI I MUSTAZZI - E LLI BASETTI A MENZA FACCIA
SE VUOI FARTI RISPETTARE - DEVI FARTI CRESCERE I BAFFI - E LE BASETTE A META' FACCIA
Descrizione tipica (e antica) dell'aspetto di un meridionale che vuole "affermarsi" socialmente; stereotipo del mafioso.

SFERA INDIVIDUALE

DICIMI A CHINA SI FIGLJU - CA TI DICU A CHINA ARRISIMIGLJ
DIMMI A CHI SEI FIGLIO - E TI DICO A CHI SOMIGLI
Se proferita in presenza del destinatario esprime un elogio sottintendendo l'appartenenza a stimate famiglie; può essere usata per esprimere maldicenze, ma in assenza del destinatario.
FIGL'I GATTI SURICI PIGLJE - C'UME' LLA MAMMA - VENUNU I FIGLI - E SU'NNI PIGLJE U'NNE' LLU FIGLJU
FIGLI DI GATTI PRENDONO TOPI - COM'E' LA MAMMA - VENGONO I FIGLI - E SE NO NE PIGLIA NON E' IL FIGLIO
Sostanzialmente significa "buon sangue non mente" e, conseguentemente, il figlio di un gatto, naturalmente, non può che prendere topi.
QUANN'U CIUCCIO UN VO' VIVIRI AVOGLIA CA FISCHI
QUANDO L'ASINO NON VUOL BERE E' INUTILE FISCHIARE
Dicesi in situazioni in cui una persona ostinatamente si rifiuta di fare qualcosa.
CHINA STA APPRICATU ALL'ATRI E NUN CUCINE - A SIRA SI RICOGLIE MMURMURANNU
CHI CONFIDA NEGLI ALTRI E NON CUCINA - LA SERA RIENTRA MORMORANDO
Chiara esortazione a darsi da fare e non aspettare che siano sempre gli altri a tirare il carro provvedendo al necessario. Sembra essere un proverbio padano in vernacolo calabrese (?).
I CHILLI CA MANIJ TI UNTI
DI QUELLO CHE MANEGGI TI UNGI
Indica l'ineluttabile tendenza ad appropriarsi indebitamente di ciò che si gestisce.

Si evita di citare casi, specie della politica, perchè non si saprebbe da dove cominciare.
CITT'I VUCCA E CAVUDU I PANNI UN FA MAI DANNU
IL SILENZIO DELLA BOCCA E IL CALDO DEI PANNI NON COMPORTANO MAI DANNI
E' buona cosa parlare al momento giusto e coprirsi in modo adeguato, ciò non provocherà mai danni.
FA SCRUPULU ALLU LATTU - E SI MANGE LLA RICOTTA
E' SCRUPOLOSO CON IL LATTE - E SI MANGIA LA RICOTTA
Dicesi di persona incoerente che ha comportamenti contraddittori e illeciti.

Per esempio: in un ufficio pubblico il capo ufficio impone una razionalizzazione e contenimento delle fotocopie, poi, ogni tanto, viene scoperto a fotocopiare libri dei figli. 
U CIUCCIU PORTA LLA PAGLIA - E LLU CIUCCIO SA MANGIE
L'ASINO PORTA LA PAGLIA - E L'ASINO LA MANGIA
Dicesi quando qualcuno egoisticamente tiene per se tutte le sue cose; una quasi invocazione di altruismo e generosità.
SI VO GABBAR'A VICINA - CURCHITI PRIESTU E D'AZITI A MATINA
SE VUOI GABBARE LA VICINA - CORICATI PRESTO E ALZATI AL MATTINO
Per riuscire nella vita bisogna essere vigile, attivo e competitivo.
MIERCURU MMIENZU A SIMANA
MERCOLEDI' A META' SETTIMANA
Si definisce persona impicciona incurante della riservatezza o persona egocentrica, vanitosa, esibizionista, sempre alla ricerca della platea.
PETRUSINU OGNI MINESTRA
PREZZEMOLO IN OGNI MINESTRA
Dicesi di persona che si propone per ogni situazione ritenendo di essere sempre idoneo.
 
FA LLU FISSU PPE UN JIRI ALLA GUERRA
FA IL FESSO PER NON ANDARE IN GUERRA
Adoperarsi falsamente per evitare coinvolgimenti onerosi e dovuti
(generalmente soggetti speculatori, fannulloni e parassiti).
PRIMA VIDA I SERPI E PPU CHJAMA SAN PAOLO
PRIMA VEDI I SERPENTI E POI CHIAMA SAN PAOLO
Prima di invocare aiuto accertarsi del reale pericolo
(soggetto ansioso o falso).
L'UOMU GELUSU MORE CURNUTO
L'UOMO GELOSO MUORE CORNUTO
L'eccessiva mancanza di fiducia istiga al tradimento.
FA CHILLU CA DICU - UN FARI CHILLU CHA FAZZU
FAI QUELLO CHE DICO - NON FARE QUELLO CHE FACCIO
Persona incoerente e falsa.

Tale atteggiamento è molto ricorrente in soggetti con marcata apparenza ideologica e/o religiosa: di costoro pochi sono coerenti.
HA PERDUTU I VACCHI E MO VA TRUVANNU I CORNI
HA PERDUTO LE VACCHE ORA VA IN CERCA DELLE CORNA
Accampare pretese e riconoscimenti irrisori dopo aver subito un considerevole evento negativo.

In termini calcistici equivale alle lamentele di un allenatore che impreca per un rigore negatogli all'ultimo minuto in una partita persa 4 - 0.
U SURICIU DICE ALLA NUCIA - DAMMI TIUMPU CA TI PIERCIU
IL TOPO DICE ALLA NOCE - DAMMI TEMPO CHE TI PERFORO
I risultati si ottengono con l'impegno e la volontà protratta nel tempo.
QUANNU CHJOVE MMIJTI E VA - CA QUANNU SCAMPE TI TRUOVI LLA
QUANDO PIOVE AVVIATI E VAI - CHE QUANDO SPIOVE TI TROVI SUL POSTO
Se piove, non ti scoraggiare e intanto avviati  che quando cessa di piovere sei già arrivato alla tua meta…ovvero.. non farsi prendere dal panico e sconforto attivandosi in modo opportuno.
U CULLARU TISU TISU - DIU SA SI C'E' CAMMISA
IL COLLETTO MOLTO TESO - DIO SA SE C'E' CAMICIA
Si vede un bel collo fuori dalla giacca ma non si sa effettivamente se sotto esiste la restante parte della camicia…ovvero... è tutto apparenza senza sostanza.
A VOGLIA CA T'ALLISCI E TI MBRILLICCHI - CA PPE PARIRI BIJLLI SI CCI NASCE
HAI VOGLIA DI LISCIARTI E TRUCCARTI - CHE PER SEMBRARE BELLI CI SI NASCE

Apparentemente rivolta all'aspetto personale, in realtà ha valore universale sulla inutilità, e sugli eccessivi tentativi, di far apparire le cose diverse da quelle che sono.
INTRA N'URA DIJU LAVURE
IN UN'ORA DIO LAVORA
essere sempre positivi perchè le "vie del Signore" sono infinite.
VUCCA C'UN PARRE - SI CHIAME CUCUZZA
BOCCA CHE NON PARLA - SI CHIAMA ZUCCHINA
Chi non evidenzia la propria personalità difficilmente si afferma
(come una zucca che non è esattamente il migliore degli alimenti).
ADDUVU C'E' GUSTU UN C'E' PERDENZA
DOVE C'E GUSTO NON C'E PERDITA
Quando non si bada al costo per fare cose piacevoli.
Usata anche nei casi d'impietosa dissociazione sull'operato azzardato di qualcuno che, senza valutare le conseguenze, si è avventurato in operazioni a rischio.
A GATTA PRESSAROLA FA LLI FIGLI CECATI
LA GATTA FRETTOLOSA FA I FIGLI CIECHI
Operare con la necessaria calma e riflessione per evitare risultati indesiderati.

(a chi per primo ha formulato questo detto rispondo: è vero, i gattini nascono con gli occhi chiusi, ma la povera gatta non ha alcuna colpa).
TRA VUTIMU E PILIERU - UNO E' TINTU E NATRU E PIJEU
TRA ERBACCIA E ARBUSTI - UNO E' INUTILE E L'ALTRO E' PEGGIO
Dicesi quando risulta difficile scegliere tra due situazioni non idonee o tra due soggetti inaffidabili.

SFERA ECONOMICA

A VUTTA SI RISPARMIE QUANN'E' CHJINA
LA BOTTE SI RISPARMIA QUANDO E' PIENA
Quando le condizioni lo consentono si deve risparmiare.
PRIM'I NATALI NE FRIDDU NE FAMA - DOPPU NATALI FRIDDU E FAMA
PRIMA DI NATALE NE FREDDO NE FAME - DOPO NATALE FREDDO E FAME
Evidenzia le ristrettezze delle risorse che bastavano a stento fino al Natale in periodi in cui la stagionalità condizionava la qualità di vita.

E' cambiata la forma lessicale, ma non la sostanza: oggi (2007) si dice "non arriva a fine mese".
CCHIU' GRANNA E' LA GGHIESIA E CCHIU' GRANNA E' LLA CAPPELLA
PIU' GRANDE E' LA CHIESA E PIU' GRANDE E' LA CAPPELLA
Assecondare grandi pretese richiede grandi risorse
esempio 1: se si acquista un'auto di grande portata bisogna attendersi grandi costi di consumo e manutenzioni;
esempio 2: se si acquista una casa di prestigio ne conseguiranno elevate spese di arredamento;
esempio 3: se si fanno grandi promesse elettorali sarà più difficile assecondale poi.
S'UN TIENI I SACCA TUA - UN FUMI AD URA TUGUA
SE NON HAI DI TASCA TUA - NON FUMI AD ORA TUA
Ai propri vizi ognuno deve provvedere autonomamente altrimenti sarà costretto alla benevolenza altrui.
U PATRUNU DA MANDRA DESIDIRE LLA RICOTTA
IL PADRONE DELLA MANDRIA DESIDERA LA RICOTTA
Esprime la stranezza di alcuni mestieri; capita che chi fa un certo lavoro beneficia poco dei prodotti della sua stessa attività.
Un espressione secondaria riguarda coloro che hanno un potere di facciata, ma decidono altri.
U CUSITURI CCU LLU QUAZUNU STRAZZATU - U SCARPARU CCU LLI SCARPI BUCATI
IL SARTO CON IL VESTITO STRAPPATO - IL CALZOLAIO CON LE SCARPE BUCATE
Dedicare tutto il tempo al proprio lavoro non consente le attenzioni per se stessi.
CCU LLA SCUSA DU FIGLIULU - PURU A MAMMA SI MANGIE LL'UOVU
CON LA SCUSA DEL FIGLIOLO - ANCHE LA MAMMA MANGIA L'UOVO
Cercare un pretesto per fare cose che normalmente, per tempo o per carenza, non si fanno.
L'espressione antica dalla quale traspare la carenza alimentare quando un uovo era un prodotto non alla portata di tutti.
CHINA SIMINE INT'A VIGNA - NE MANGE PANU NE VIVE VINU
CHI SEMINA NELLA VIGNA - NON MANGIA PANE NE BEVE VINO
Ogni cosa va fatta nel posto e nel modo giusto.

Secondo i normali parametri agricoli nella vigna, oltre all'uva, non va seminato e coltivato altro per non rischiare la vendemmia.
CHINA UN SI PO MANGIAR'A CARNA - S'ACCUNTENTE DU BRODU
CHI NON PUO' MANGIARE LA CARNE - SI ACCONTENTA DEL BRODO
Nella vita si aspira al meglio e, se non arriva, bisogna sapersi accontentare del possibile.
UNN'E' RRUTTA CA FUNNE DU SIJETTU
NON E' ROTTA MA PERDE DAL FONDO
Quando qualcuno vuol forzare una soluzione impraticabile, che non viene accettata, e poi rigira la forma per renderla vanamente più credibile.
I SORDI D'USURARU, SI MANGE LU SCIAMPAGNUNU
I SOLDI DELL'AVARO LI MANGIA LO SCIALACQUONE
Bisogna utilizzare con equilibrio ciò che si ha senza inutili accumuli per evitare di farli poi sprecare ad altri buoni a nulla.
SANU O RUTTU CHISTU E' TUTTU
INTEGRO O ROTTO QUESTO E' TUTTO

Dicesi quando non ci sono alternative e varianti, e quindi, è inutile chiedere altro e bisogna accontentarsi
L'acqua sant'antonina leve lu panu, uogliu e lu vinu
la pioggia a Sant'Antonio toglie il pane , l'olio e il vino
nel periodo di Sant'Antonio (13 giugno inizio estate) la pioggia (generalmente di scarsa rilevanza) procura danni alle coltivazioni che in quel momento sono prine per la raccolta o che sono in periodo di maturazione
 
CONSIGLI UTILI

ACQUA CORRENTA UN FA MALU ALLA VENTRA
ACQUA CORRENTE NON FA MALE AL VENTRE
Bere tanta acqua, anche esagerando, non fa male alla salute. Metaforicamente frase usata per esaltare una situazione in eccesso ritenuta comunque positiva

PANU E MANTU UN'GRAVE TANTU
IL PANE E GL'INDUMENTI NON PESANO MAI TANTO
Quando si va in giro ignari di ciò che si troverà è opportuno portare cibo e indumenti a sufficienza per non rischiare, anche se potrebbero risultare pesanti e ingombranti.

S'UN PO JIRI ALL'IERTU VA ALLU PENNINU
SE NON PUOI ANDARE IN SALITA VAI IN DISCESA
Esaltazione del buon senso e della ovvietà:
vai dove ti è più congeniale.

U LIETTU FA DUA COSI - CHINA UN DORME RIPOSE
IL LETTO FA DUE COSE - CHI NON DORME RIPOSA

SI VO CADIRI MALATU - MANGIA PRIJSSICHI E GRANATI
SE VUOI AMMALARTI - MANGIA PESCHE E MELOGRANI
Probabilmente è una banale cacofonia rimata; si può nobilitare assumendo: fare attenzione a quel che si mangia.

U JURNU NTRUGLIU NTRUGLIU - A SIRA STRUDIMU L'UOGLIU
DI GIORNO OZIOZO - DI SERA CONSUMIAMO L'OLIO
Ogni cosa va fatta nel modo opportuno e al tempo giusto.

Espressione originata in tempi con casa illuminate ad olio; fare qualcosa di sera vuol dire consumare olio per la luce; se tali cose si fanno di giorno si risparmia olio.
Per esempio: studente che tutto il giorno ozia e poi a tarda sera studia per l'interrogazione del giorno dopo.

NE DI VENNIRU NE DI MARTU - NE SI SPUSE - NE SI PARTE - NE SI DA PRINCIPIU ALL'ARTE
DI VENERDI' E DI MARTEDI' - NON CI SI SPOSA - NON SI PARTE - NON SI AVVIA UN'ATTIVITA'
Pregiudizio supportato da frasi rimate.

NA BBONA VISITA - NA SIMANA AVASTE
UNA BUONA VISITA UNA SETTIMANA BASTA
Ciò che viene fatto con garbo ha effetti duraturi.
A PRIMA FRISSURATA - O AIMA O VRUSCIATA
LA PRIMA FRITTURA O BUONA O BRUCIATA
Quando una cosa si fa per la prima volta non ci si deve scoraggiare se va male, la seconda volta andrà sicuramente meglio.
INT'U SCURU I NA MENZ'URA CINQUACIENTI CRIATURI
NEL BUIO , IN MEZZ'ORA, CINQUECENTO BAMBINI
Consigli di una mamma alla propria figlia: occhio!.
Per ben capire tale espressione bisogna risalire al tempo in cui i fidanzamenti erano quasi "platonici": il ragazzo andava a casa della ragazza e stavano sotto attenta e continua vigilanza della mamma. Una distrazione, anche di mezz'ora, poteva provocare le conseguenze iperboliche chiare nel testo.
QUANNU E' SCURU ALLU CITRARU - SCAPPA E FUJA ALLU PAGLIARU
QUANDO E' NUVOLOSO A CETRARO - CORRI E FUGGI NEL PAGLIAIO
Considerazione climatica locale.

Il maltempo viene, prevalentemente, da nord-ovest, ovvero da direzione Cetraro; le nuvole su Cetraro annunciano che il maltempo è in arrivo.
A tale espressione fa riscontro una "detto" in uso tra Fuscaldo e Cetraro: Quannu chjiove alla mantija - piglia a zappa e va fatija.
Si evince chiaramente che la pioggia ad Amantea significa che il maltempo da quella zona e si è spostato a sud-est
ALLU LUSTRU DA CANNILA - A CANNAVAZZA PARE TILA
CON LA LUCE DELLA CANDELA - IL CANOVACCIO SEMBRA TELA
Le valutazioni e le scelte vanno fatte in condizioni naturali.

Era detto canovaccio un tipo di tela di canapa, da cui prendeva il nome, fatta di filati grezzi, perlopiù usata come straccio o asciugatoio da cucina, in contrasto con la tela considerata stoffa di maggior valore.
ACQUA PASSATA UN MACINE MULINU
ACQUA PASSATA NON MACINA MULINO
Esprime l'inutilità del rimpianto e sprona a pensare al futuro.
Sfera FAMILIARE Sfera SOCIALE Sfera INDIVIDUALE Sfera ECONOMICA CONSIGLI UTILI